“SALAME COTTO MONFERRATO”

 
 

Una IGP per il Salame Cotto Monferrato? Per ora è solo un’ipotesi di lavoro ma la prima pietra per un percorso di qualificazione e promozione di uno dei prodotti più esclusivi quanto tradizionali di una circoscritta area del sud Piemonte è stata posata. L’ha fatto il Gal del Basso Monferrato Astigiano nell’ambito del Programma di Sviluppo Locale della Regione Piemonte, per la realizzazione di un Progetto Salame Cotto Monferrato che tende a fornire un comune quadro produttivo di riferimento a tutti i salumieri e confezionatori di carni suine del territorio monferrino. Il bando, alla cui stesura ha collaborato la Coldiretti di Asti, Camera di Commercio, AgenForm, Onas insieme ai produttodi del Monferrato, principalmente per dare vita ad un disciplinare di produzione che, lasciando intatte le specificità produttive di ogni azienda, fornisca indicazioni “uguali per tutti”per quanto riguarda l’approvvigionamento della materia prima, l’origine, e la qualità di queste ultime.